Scuderia Ferrari

    Diese Seite verwendet Cookies. Durch die Nutzung unserer Seite erklären Sie sich damit einverstanden, dass wir Cookies setzen. Weitere Informationen

    • La Honda rifiuta la proposta Renault giudicata poco onorevole e si apre ad una maggiore libertà


      Può sembrare incredibile, ma la Honda ha rifiutato la proposta della Renault che la FIA sarebbe stata pronta a recepire e che avrebbe consentito ai due Costruttori di sviluppare le power unit nel corso della stagione 2016, per recuperare il gap tecnico che li separa da Mercedes e Ferrari. I giapponesi ne hanno fatto una questione di orgoglio: non vogliono favoritismi. O la possibilità di sviluppo in stagione si apre a tutti i motoristi, oppure non se ne fa niente.

      Il tema, quindi, è stato discusso nell'ultimo Technical Working Group che nelle prossime due settimane dovrebbe formulare delle proposte definitive per il 2016: la norma attuale vincola i quattro Costruttori ad omologare la power unit entro il 28 febbraio, bloccando qualsiasi evoluzione nel corso della stagione.

      Pare certo che saranno molti i motoristi che non riusciranno a spendere tutti i 15 gettoni concessi entro i test invernali per cui c'è il rischio che le differenze dalla Mercedes restino grandi da parte degli inseguitori. La Ferrari sarebbe favorevole ad aprire nuovamente il freezing e lasciare, come quest'anno, la libertà di evolvere le power unit.

      Si è aperta la discussione, quindi, di allargare il numero di gettoni da usare l'anno prossimo per facilitare la crescita dei singoli motori: ora si parla di una base di 25 token, ma potrebbero diventare di più. Ovviamente la Mercedes è contraria a questa rivoluzione, ma l'atteggiamento della Honda che non ha voluto favoritismi sfacciati, impone che si facciano altre scelte per avvicinare le prestazioni dei quattro motori che mostrano ancora grandi differenze...

      F1 PIÙ GETTONI DA SPENDERE PER LE PU NEL 2016?


      30 Agosto 2015 – Da quanto è emerso nell’ultimo “Technical Working Group” sarebbe stata presa in considerazione la possibilità di utilizzare addirittura un numero maggiore dei 25 gettoni già concessi per lo sviluppo delle power-unit nel 2016. Dopo il Gp d’Italia verranno rilasciate le proposte definitive.

      La guerra dei gettoni per lo sviluppo delle power-unit per la stagione 2016 è già iniziata. Questo argomento è stato trattato nell’ultima “Technical Working Group” con la presenza di Charlie Whiting per discutere del regolamento tecnico che caratterizzerà la F1 del futuro.

      La norma attuale impone ai costruttori di omologare le rispettive power-unit entro il 28 Febbraio 2016, senza apportare nessuna modifica a stagione in corso. Se questa regola dovesse restare tale è ovvio che quella a guadagnarci più di tutti sarebbe la Mercedes, accreditata tutt’ora di circa 20-25 CV di vantaggio rispetto alla Ferrari, 40 CV sulla Renault ed oltre 80 CV rispetto alla Honda.

      Proprio la casa giapponese avrebbe rifiutato la proposta da parte della Renault, ovvero la possibilità per queste due case nel poter sviluppare le proprie power-unit per cercare di arginare il gap che le separa da Mercedes e Ferrari. I giapponesi sono davvero molto orgogliosi di questo loro ritorno in F1 e non vogliono nessuna forma di favoritismo, o i propulsori gli sviluppano tutti i costruttori nel corso della stagione altrimenti non si fa nulla.

      Difficilmente si riuscirà a spendere tutti e quindici “token” previsti per il 2016 prima dell’inizio del mondiale, quindi il vantaggio della Mercedes nei confronti della concorrenza si confermerebbe. Invece per il team Ferrari bisognerebbe sbloccare il congelamento dei motori e consentire lo sviluppo a stagione in corso.

      Per tentare di consentire ai rivali della Mercedes di recuperare il gap ed avere una F1 più combattuta in pista, sarebbe stata proposta la possibilità di aumentare il numero dei gettoni sia durante l’inverno che durante la stagione (oltre quota 25 gettoni), come in questo 2015. Ovviamente Mercedes sarebbe contraria a questa modifica perchè potrebbe veder svanire gran parte del suo vantaggio nei confronti dei rivali, vanificando tra l’altro la potenza extra data dal famoso bottoncino sul volante.

      Per avere un quadro più completo su ciò che verrà deciso in vista della prossima stagione, si dovrà attendere la settimana successiva del Gp d’Italia sul circuito di Monza.

      Kann sich jeder für sich selbst übersetzen...oder abwarten bis es in der deutschen/englischen Presse auftaucht....
    • Neuer Technik Griff der Scuderia....

      Das ist die neue Bremsscheiben Belüftung der rechten Seite in Kombination mit den Soft/Medium Reifen, die halt mehr Grip und Downforce dem Wagen geben und somit mehr Hitze generieren, die halt Bremsentechnisch wieder gekühlt werden müssen....


      Ferrari hat nun eine asymmetrische Variante, denn die Linke Seite hat/ist aber eine geschlossene Version....
      Die Bremsbalance wurde dadurch verbessert, was vor allem Kimi zugute kommt.....